fbpx
ROME - ITALY
info@asilonelbosco@gmail.com

TUTTA COLPA DER PIZZICAROLO SE MIA FIGLIA E’ STRESSATA

TUTTA COLPA DER PIZZICAROLO SE MIA FIGLIA E’ STRESSATA

E’ a causa sua che molti studenti soffrono !

Si sentono inadeguati , sentono che la loro colpa è imperdonabile.

Si sono impegnati tanto ma l’impresa è risultata loro troppo ardua ed adesso saranno costretti a vivere una vita senza una competenza fondamentale per essere felici.

Ormai è rimasto solo lui sulla sua carta marrone che avvolge 3 etti di prosciutto e 4 di mortadella a svolgere questa complessa operazione.

Con la sua bic nera, nata probabilmente senza tappo o di cui comunque si son perse ben presto le tracce, solitamente adagiata sull’orecchio, non ci pensa proprio ad abbandonare questa pratica così foriera di dolore nelle giovani generazioni.

Prosegue imperterrito lui, solo lui!, a fare LE OPERAZIONI IN COLONNA, eppure questo basta a costringere i nostri bambini a cimentarsi in questa impresa e a pagarne tutte le conseguenze.

NON SAI FARE LE OPERAZIONI IN COLONNA ? E’ GRAVE, GRAVISSIMO

Eppure i maestri dovrebbero sapere che certi calcoli si possono fare a mente e che per quelli piu’ ardui è stata inventato un aggeggio straordinario il cui nome scientifico è ” calcolatrice, comoda e tascabile, nun c’è bisogno che ve stressate che ce penso io”.

E poi ma non lo vedono che il pizzicarolo è una specie in via d’estinzione ? Che ormai le  olive le trovi al supermercato, e stanno li, tutte uguali e ad un prezzo conveniente.

Vi prego maestre stateme a senti’ ,de pizzicaroli tra un po’ non ce ne saranno piu’ e neanche le olive diverse e saporite. Ce dovemo sta’ !

Il futuro è  quello, e non importa che io pensi che se i pizzicaroli si moltiplicassero magari privandoli della bic staremmo molto meglio. E allora ve prego  non stressate i nostri bambini con le operazioni in colonna.

A meno che non troviate almeno cento persone in tutta Italia ( pizzicaroli esclusi) che negli ultimi decenni abbiano dovuto fare un’operazione in colonna durante la propria quotidianità.

Se le trovate chiedero’ venia pubblicamente e faro’ 10 paginette di operazioni in colonna durante le prossime vacanze di natale.

Insegnate loro la matematica, lei è piu’ amica dei filosofi che dei pizzicaroli e reclama una mente libera , creativa, che non  ama troppo i dogmi imposti da un’autorità che si dichiara portatrice della verità.

E magari de sto passo liberiamo anche voi. Voi maestre e maestri che subite un grande stress per seguire il programma. E che poi trasmettete, involontariamente per carità, anche ai bambini, che poi lo riportano a casa e ce stressamo pure noi padri che poi nun vedemo loro che arrivino i colloqui per rendervi lo stress che avete originato. Insomma non va bene pe nessuno e tutti perdemo in questa partita.

Ho una notizia sconvolgente ! Sperando che questo blog non sia monitorato dai servizi segreti , ho il dovere morale di condividerlo con tutti voi. Ve prego non diffondete troppo la notizia ” Sappiatelo! il programma non esiste ! ”

Qualcuno lo confonde col sussidario ma nun tocca fa st’errore. Il sussidiario è molto distante da cio’ che il ministero richiede a tutti noi. E lo fa attraverso un documento che probabilmente spie di paesi ostili hanno fatto sparire ma che se volete e me lasciate la mail ve lo mando io che ne custodisco una copia in cassaforte.

Se chiamano indicazioni nazionali per il curricolo e sono un testo bellissimo. Se lo applicassimo maestri e bambini tornerebbero ad amare la conoscenza, imparerebbero a conoscersi e ad esprimere il proprio potenziale, privileggerebero la cooperazione alla competizione, la pace alla guerra. Insomma saremmo tutti piu’ felici.

E allora perchè no ?

Famolo , ve prego, ma senza facce sgamà.

P.S. Lo so privilegiare vuole una sola g e due b, ma volevo dirvi che secondo me pure con una g in piu’ e una b in meno tutto sommato se po vivacchià felici 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento