fbpx
ROME - ITALY
info@asilonelbosco@gmail.com

STADI EVOLUTIVI DELLA SESSUALITÀ NELL’INFANZIA E NELL’ADOLESCENZA

STADI EVOLUTIVI DELLA SESSUALITÀ NELL’INFANZIA E NELL’ADOLESCENZA

La sessualità è stato un argomento molto dibattuto nel corso della storia. Se c’è qualcosa di cui siamo sicuri, è che fa parte della nostra natura umana . Ecco perché, più ci normalizziamo conoscendo e parlando di questi temi, più sarà facile prenderci cura di noi stessi e di coloro che amiamo. Ci proponiamo quindi di conoscere le diverse fasi evolutive della sessualità nell’essere umano, in particolare, nell’infanzia e nell’adolescenza.

SESSUALITÀ NELL’INFANZIA
La capacità del corpo umano di mostrare una risposta sessuale è presente sin dalla nascita. Divideremo questa fase tra infanzia e prima infanzia di seguito.

ALLATTAMENTO (0-2 ANNI)
Dai bambini, come parte dello sviluppo e della crescita, si possono osservare determinati comportamenti. Ad esempio, i bambini giocano con i propri genitali, producendo una piacevole auto-stimolazione. Nonostante il fatto che questa fase sia di “gioco egocentrico” (secondo Piaget ), quando c’è interazione sociale tra loro, i bambini, si abbracciano, si accarezzano, ecc. Questi comportamenti fanno parte dell’intimità erotica della vita successiva. Sebbene non tutti questi comportamenti siano sessuali, i bambini possono sperimentare situazioni piacevoli come mettere oggetti in bocca, succhiare, essere abbracciati, cullati, accarezzati o coccolati. Generalmente, Il contatto fisico può generare una reazione piacevole nel bambino, reazioni che influenzeranno l’intimità durante l’età adulta (Feldman, 2007).

D’altra parte, la relazione madre-padre è molto importante per le relazioni sessuali ed emotive nelle fasi successive. Questo legame inizia dalla nascita e continua fino alla fine di questa fase. È facilitata dalle forme di contatto fisico mostrate al bambino. Queste esperienze sono le prime che viviamo rispetto all’amore e all’attaccamento. A 2 anni e mezzo o 3, il bambino può identificare il suo sesso biologico. In un primo momento, pensa che queste differenze siano dovute solo all’abbigliamento e all’aspetto fisico. Tuttavia, poco dopo si accorge della zona genitale e delle differenze esistenti, mostrandone curiosità. Nel frattempo, capisce di appartenere allo stesso sesso del genitore corrispondente.

PRIMA INFANZIA (3-7 ANNI)
In questa fase, viene risvegliato l’interesse per più aree, comprese le attività sociali. Pertanto, non è raro osservare comportamenti auto-stimolanti, tuttavia i bambini sono in grado di imparare a differenziare il pubblico dal privato .L importante è non punirli quando iniziano ad avere consapevolezza sulle delle differenze genitali e quando sono interessati alle situazioni come la posizione per urinare, per esempio.

A 5 anni, i bambini diventano più introversi a causa delle restrizioni sociali dell’apprendimento, degli insegnamenti dei genitori , ecc. Questo li spinge al gioco sessuale, che è principalmente motivato dalla curiosità. Di conseguenza, dall’età di 4 o 5 anni, la sessualità dei bambini diventa più sociale. È possibile che i bambini facciano giochi imitando gli adulti (giocando al dottore), o che mostrino i loro genitali, maneggiando, ecc. A circa 5 anni di età, i bambini hanno chiaro un concetto generale di aspetti come il matrimonio, la coppia di sessi opposti, tra gli altri, quindi giocano giochi che prevedono la partecipazione di vari ruoli (interpretando il padre e la madre, ad esempio).

PRE-ADOLESCENZA E SESSUALITÀ (8-12 ANNI)
Questo periodo è una fase di transizione tra l’infanzia, la pubertà e l’adolescenza . Intorno all’età di 9 e 10 anni iniziano i primi cambiamenti fisici. Cioè, la formazione di gemme mammarie nelle ragazze e la crescita dei peli pubici (a causa dell’adrenocettore = maturazione delle ghiandole surrenali) (Papalia et al., 2009). Molti bambini iniziano ad essere fisicamente attratti dal sesso opposto proprio in questa fase.

Durante questo periodo, di solito c’è poca interazione sessuale tra uomini e donne, spesso a causa della divisione social. È normale che sentano parlare di rapporti sessuali per la prima volta in questo periodo, le loro reazioni principali sono lo stupore e l’incredulità. Allo stesso modo, è normale che ci siano momenti di esplorazione sessuale . Allo stesso modo, c’è una transizione nella natura delle relazioni sociali. In questa fase, i preadolescenti iniziano a partecipare ad attività miste come appuntamenti e ricerca o interesse ad avere un partner.

ADOLESCENZA: SCOPRIRE LA SESSUALITÀ (13-19 ANNI)
In questa fase, si verifica un improvviso aumento dell’interesse sessuale . Questo è il prodotto di vari cambiamenti corporei e della loro consapevolezza. Inoltre, c’è un cambiamento e un innalzamento dei livelli ormonali, aggiunti a un’enfasi culturale sul sesso e alla ripetizione dei ruoli degli adulti. Questi processi variano in base all’età a seconda della persona, prima si verificano, più velocemente si completa il processo e si raggiunge l’età adulta (Delamater, 2006).

I CAMBIAMENTI CORPOREI DI QUESTA FASE
Questa fase è segnata soprattutto dal fatto che gli adolescenti sono fisicamente preparati a procreare e ad avere figli. Tuttavia, non sono psicologicamente preparati a farlo. Processi come le mestruazioni nelle donne e l’eiaculazione negli uomini sono segni che il sistema riproduttivo funziona normalmente. Inoltre, ci sono caratteristiche sessuali primarie, secondarie e terziarie che preparano l’adolescente e lo avvicinano al suo corpo adulto.

Per gli uomini, i livelli di testosterone sono fortemente correlati all’attività sessuale, al rapporto, alla masturbazione, al grado di eccitabilità, ecc. Nel caso delle donne, invece, lo sviluppo di una figura “curvilinea”, la presenza di testosterone e, soprattutto, progesterone ed estrogeni, influenzano principalmente i loro comportamenti sessuali. Tutti questi comportamenti nei giovani fanno solitamente parte della scoperta e dell’apprendimento della propria sessualità.

SESSUALITÀ A LIVELLO SOCIALE
Questa è una fase in cui la relazione tra pari è molto importante perché il gruppo sociale è il suo principale riferimento . Di conseguenza, molte attività a livello sessuale vengono svolte a causa della “pressione sociale” del gruppo. Allo stesso modo, è una fase in cui molti adolescenti sperimentano fino a scoprire il loro orientamento sessuale (Papalia et al., 2009). Questa, ovviamente, non è una decisione facile, è un possibile conflitto nella tua identità che include un costo emotivo, personale, familiare e sociale. Di conseguenza, è importante che l’adolescente abbia la guida adeguata di un adulto , soprattutto dei genitori, per poter dirigere eventuali dubbi che possono avere, lontano da ogni giudizio di valore personale.

È proprio in questo momento della vita che hanno la più grande curiosità sessuale ed è molto comune per gli adolescenti provare e sperimentare il maggior numero di modi di vivere la propria sessualità. Pertanto, sottolineiamo che le guide e le informazioni a loro disposizione sono essenziali per evitare conseguenze che possono alterare il loro ritmo di vita. Ad esempio, una gravidanza indesiderata o malattie veneree dovute alle implicazioni fisiche, mentali, emotive e psicologiche che si manifestano con questo tipo di esperienze per le quali normalmente non sono preparati (Delamater, 2006).

PARLA DI SESSUALITÀ CON BAMBINI E GIOVANI
Imparare e parlare della sessualità è un passo importante per contribuire a una vita sana. Parlare con bambini e ragazzi di questo argomento è fondamentale per generare legami di fiducia e diventare fonte di sostegno. Come farlo in modo positivo? Rivediamo alcune raccomandazioni generali sull’argomento ( Santacruz , 2017):

  • Utilizzare le risorse e un linguaggio appropriato in base all’età dei bambini o degli adolescenti.
  • Approccio alla sessualità con i suoi molteplici aspetti ( emozioni , desiderio, partner, relazioni, affettività, responsabilità emotiva, prevenzione di situazioni di abuso, conseguenze, ecc.). Ovvero senza limitarsi al solo aspetto anatomico.
  • Evita di esprimere giudizi di valore o giudicare comportamenti, dubbi o domande che sorgono.
  • Comunica le informazioni in modo naturale .
  • Informati in anticipo e resta costantemente aggiornato sulle informazioni condivise.
  • Mostra apertura e disponibilità di fronte a qualsiasi domanda.

CONCLUSIONE
Senza dubbio, la sessualità è una questione importante nelle nostre vite. Comprendere che questo aspetto, lontano dai tabù , apre le porte alla prevenzione di molte situazioni negative. D’altra parte ci apre le porte per vivere una sessualità sana e positiva, che ci permette di esplorare giorno dopo giorno con responsabilità e libertà. Sottolineiamo quindi l’importanza di generare spazi di dialogo e sostegno fin dalla tenera età, naturalizzando la sessualità come altro ambito fondamentale della nostra vita.

fonte: https://neuro-class.com/etapas-evolutivas-sexualidad-infancia-adolescencia/

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento