fbpx
ROME - ITALY
info@asilonelbosco.com

IL MERAVIGLIOSO MONDO DEL CERVELLO MATERNO

IL MERAVIGLIOSO MONDO DEL CERVELLO MATERNO

Nel tempo, capire cosa succede nel cervello materno è stata una delle grandi domande che molti di noi specialisti in neuroscienze e salute mentale si sono posti. Cosa succede realmente nel cervello durante il processo di gravidanza? È vero che gli ormoni creano un legame tra madre e figlio? Quali aree del cervello interagiscono durante lo sviluppo della gravidanza? Cercheremo di rispondere a queste ed altre domande sulla maternità.

EFFETTI DELLA GRAVIDANZA SUL CERVELLO

Ci sono cambiamenti sia neuronali che strutturali nel cervello delle madri . Durante la gravidanza c’è una diminuzione del contorno del cervello , così come altre strutture che tratteremo in seguito.

In effetti, uno dei principali cambiamenti osservati è quello neuropsicologico. Un aumento dell’attenzione selettiva, dell’attenzione diretta e della memoria a  breve e lungo termine . Ciò si verifica grazie a un aumento delle connessioni nervose che si sviluppa a partire dalla 28a settimana circa. La ragione? Lo sviluppo del bambino produce un aumento ormonale che attiva i meccanismi neurali. Pertanto, il cervello materno è senza dubbio una delle strutture più misteriose, poiché combina lo sviluppo del bambino e di sua madre .

Molte di queste modifiche sono dovute anche all’assunzione di cibo da parte della madre. Come è noto, la tua dieta fornirà nutrienti, zuccheri, lipidi e proteine ​​al bambino. Tuttavia, può anche essere un fattore di rischio per la madre, poiché può sviluppare diversi tipi di alterazioni metaboliche e ormonali che potrebbero generare cambiamenti comportamentali ed emotivi (Weiss et al., 2004).

Il cervello della madre è influenzato da questi cambiamenti neurologici e psicologici generati dalla plasticità del cervello stesso. In questo modo, queste configurazioni mostrano l’evoluzione del sistema nervoso , poiché comporta l’acquisizione di nuove abilità che rafforzano i legami tra madre e figlio e, inoltre, lo sviluppo sociale e cognitivo (Mariño, 2021). 

PRINCIPALI CAMBIAMENTI STRUTTURALI IN GRAVIDANZA

Oatridge et al. (2002) hanno mostrato che alcune strutture cerebrali hanno cambiamenti significativi nel tempo:

  1. Aumento della ghiandola pituitaria : aumenta di dimensioni durante la gravidanza e riprende le sue dimensioni normali dopo il parto, in un periodo di circa 6 settimane. La sua funzione è connettere emotivamente la madre con il bambino.
  2. Modifica della dimensione ventricolare : aumenta la dimensione dei ventricoli. Tuttavia, le dimensioni dei ventricoli cerebrali diminuiscono notevolmente dopo la gravidanza. Questo può generare alcuni tratti di sfiducia nei confronti delle persone e del loro ambiente e alterazioni nella percezione del corpo.  
  3. Ingrandimento dell’amigdala : produce cambiamenti emotivi, situazione che è collegata al punto precedente (riguardante l’immagine corporea), che può provocare stati depressivi e / o ansiosi.
  4. Corteccia prefrontale e orbitofrontale : queste strutture (coinvolte nel processo di innamoramento ) sono molto attive durante la gravidanza, generando legami tra il bambino e la futura madre.
  5. Aumento dell’attività nel precuno : è collegata ai ventricoli cerebrali che aiutano la madre a prendere coscienza del corpo, permettendole di concentrarsi sullo sviluppo del bambino all’interno del proprio corpo. Questa è una componente importante all’interno dei parametri percettivi e somatici quando si genera il legame madre-figlio.

CAMBIAMENTI NEUROBIOLOGICI IN GRAVIDANZA

Durante lo sviluppo materno ci sono cambiamenti nel sistema nervoso . Le cellule responsabili di questi cambiamenti sono i neuroni . Alcune delle variazioni nella comunicazione neurale sono:

  1. Cortisolo : poiché lo sviluppo embrionale richiede una maggiore produzione di energia, l’usura viene generata nel corpo materno. Di conseguenza, aumentano le possibilità di  ansia e depressione , causate da uno scompenso fisiologico del corpo. Cioè, la secrezione di questo neurotrasmettitore può portare a episodi ansiosi o depressivi.
  2. Serotonina : la placenta ha contributi significativi che includono la produzione di serotonina. In altre parole, poiché la madre non produce questo neurotrasmettitore, la placenta compensa la sua produzione. È stato visto che quando la madre partorisce, potrebbe esserci un calo significativo dei livelli di serotonina, motivo per cui le madri tendono a sperimentare condizioni depressive. Di conseguenza, la placenta diventa un rinforzo di questo neurotrasmettitore (Bonnin et al., 2011).
  3. Dopamina : generalmente tende ad aumentare naturalmente a causa di vari cambiamenti ormonali. Tuttavia, l’aumento di questo neurotrasmettitore può modificare il comportamento delle donne in gravidanza, con cambiamenti nel controllo degli impulsi, aumento dell’appetito e aumento delle ore di sonno .

L’IMPORTANTE RUOLO DEGLI ORMONI NEL CERVELLO

Dobbiamo tenere conto che, all’interno dello sviluppo materno, il corpo della donna mostra molteplici cambiamenti a livello ormonale, che generano modificazioni sia fisiche che cognitive. Ecco perché dobbiamo considerare che molti dei cambiamenti all’interno del cervello materno interagiscono con un gran numero di neuroni specializzati che regolano l’ umore . Pertanto, la funzione ormonale rappresenta cambiamenti significativi nella cognizione della madre:

  1. Ossitocina : è importante notare che la funzione di questo ormone nelle aree cerebrali è importante per il legame tra il bambino e la madre. Questo stimola aree specifiche, come l’amigdala e l’ipotalamo, che fanno preoccupare la madre per la cura e lo sviluppo del bambino (Feldman et al., 2007).
  2. Progesterone : durante il primo trimestre di gravidanza, i livelli di progesterone sono bassi, aumentando così le possibilità di sviluppare ansia e depressione . Tuttavia, questo può variare durante la gravidanza, poiché il corpo della madre inizia a prepararsi per l’ allattamento al seno , aumentando le dimensioni del seno e la produzione di latte, regolandone gli effetti (Gutiérrez et al., 2000). 
  3. Estrogeni : interagiscono in un modo molto curioso durante la gravidanza. La madre crea un sistema che comunica strutture come l’ipotalamo e l’ippocampo, che modulano comportamenti, emozioni e cognizione in una certa misura. È importante notare che all’interno delle reti neurali, l’apprendimento sarà migliorato a breve e lungo termine grazie all’interazione di questo ormone con i gruppi neuronali dell’ippocampo e dell’ipotalamo.

CONCLUSIONE

In tutto l’articolo, è stato dimostrato il diverso ed esteso cambiamento cellulare e strutturale del cervello materno. È così che si potrebbe spiegare perché molte mamme creano con il neonato un forte legame psicologico, che ha una base neurobiologica e fisiologica. Allo stesso modo, potremmo identificare il motivo per cui alcuni hanno maggiori probabilità di sviluppare depressione postpartum e persino essere un fattore scatenante per altre psicopatologie. Cioè, sebbene sia chiaro che il cervello umano è coinvolto in vari cambiamenti, e la gravidanza è uno di questi, comprenderne il funzionamento facilita e previene possibili future situazioni negative. La gravidanza è, come abbiamo dimostrato, un evento unico e meraviglioso.

fonte:https://neuro-class.com/el-maravilloso-mundo-del-cerebro-materno/

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento