ROME - ITALY
info@asilonelbosco@gmail.com

l’Asilo nel Bosco

L’Asilo nel Bosco ospita bambini dai 2 ai 6 anni ed è situato in campagna ad Ostia Antica.

Questo modello di scuola è giudicato positivamente da gran parte dei maggiori pedagogisti mondiali passati e contemporanei: Froebel, Rousseau, Montessori  per citarne alcuni. Le prime scuole all’aperto “ Le scuole giardino” nacquero in Italia agli inizi del secolo scorso e si svilupparono in tutta Europa col nome di “Asili nel Bosco”intorno al 1950. In tutto il mondo ci sono scuole all’aperto e solo in Germania se ne contano più di 1500.

Una scuola che voglia essere efficace non può a nostro parere essere ancorata alla strutturazione che ci siamo dati ormai 3 secoli fa ma deve tener conto degli studi  e dalle ricerche che sono stati fatte negli ultimi anni. Queste ricerche dicono che se i bambini vivono all’aria aperta oltre ad ammalarsi di meno, sono più autonomi, più creativi, hanno una maggiore autostima e una socialità più ricca e meno conflittuale. Altri studi dimostrano che non vi è reale apprendimento se non si  parte dalla curiosità dei bambini e dai suoi interessi. Altri ancora sottolineano che i processi cognitivi sono successivi ad un’equilibrata educazione emotiva. Il nostro progetto è costruito su questi studi e sull’osservazione  dei bambini che sono per noi lo specchio di una scuola che funzioni.

A dimostrazione delle virtù di questo approccio c’è l’interesse del mondo accademico. A Marzo 2015 si è svolto un convegno internazionale organizzato dall’Università Roma Tre dove sono intervenuti come relatori due maestri e una maestra del nostro asilo e nel 2016 collaboreremo ad una ricerca sul tema con L’Università di Bologna e quella della Valle D’Aosta. In particolare durante il convegno è stato dimostrato come questo metodo sia  il più efficace anche per il raggiungimento dei traguardi enunciati dal ministero nei  5 campi d’esperienza educativa delle Indicazioni Nazionali pe la scuola dell’infanzia.

La nostra struttura è stata la prima in Europa con una sezione dove i bambini potevano crescere sin dai primi mesi di vita senza pannolino. I genitori che intendevano provare questa magnifica esperienza erano accompagnati sin dalla gravidanza alla conoscenza di questo metodo scientificamente denominato “Elimination communication”. Le virtù di questo metodo non sono solo nel risparmiare ai piccoli questa ingombrante mutanda ma anche un miglioramento della relazione stimolata dall’alto livello d’ascolto e un piu’ sano sviluppo motorio.
 

Come naturale prosecuzione del progetto dell’Asilo nel Bosco, è nata la Primaria Piccola Polis. 

Nella prima parte della mattinata 5 maestre e maestri si occupano di loro, concentrandosi sull’aspetto relazionale, su quello emozionale e sulla parte più propriamente curricolare. Le indicazioni ministeriali sono per noi un orizzonte da seguire ma con una didattica basata sull’esperienza diretta, il gioco e la maieutica. In questo processo le domande sono al centro, sia quelle che naturalmente i piccoli si pongono sia quelle che le maestre sanno sollecitare in relazione anche agli obiettivi ministeriali. Si può imparare a leggere e a contare attraverso dei giochi e attraverso esperienze significative che sfruttando la partecipazione emozionale dei bambini  garantiranno gioia e vitalità al processo di apprendimento.

Nella seconda parte della mattinata, e poi anche nel pomeriggio, dopo un giusto tempo per la merenda e il gioco libero, sono i bambini a scegliere tra diverse proposte: musica, danza, teatro, sport, lettura nella biblioteca, orto, lavoro con gli animali, sperimentazioni nel laboratorio scientifico o nella stanza della tecnologia. Trovano in questi luoghi persone appassionate che sanno trasmettere l’amore per quella particolare disciplina.

Le numerose gite sul territorio (una a settimana) permettono ai bambini di appassionarsi di storia, geografia, scienze ed arte.

Il pomeriggio invece c’è lo spazio e il tempo in cui sono i bambini a proporre attività o ricerche di gruppo, oltre ad avere sempre delle proposte laboratoriali fatte dai maestri. Questo momento ci pare particolarmente importante visto che i piccoli di oggi hanno già giornate iper-programmate  e in questo quadro stanno smettendo di farsi una domanda fondamentale per essere felici. “Ma cosa mi piacerebbe fare?“. Mancando questa domanda stanno perdendo la capacità di gestirsi autonomamente e di tracciare il proprio originale e inimitabile processo di crescita.

Ovviamente la natura è la nostra maestra preferita, l’Asilo nel Bosco ci ha mostrato chiaramente che nessuno più di lei riesce a mantenere viva la curiosità, che è il motore principale dell’apprendimento e quindi il luogo che ci ospita è immerso nella natura, vicino al fiume, tra i campi coltivati e con diversi boschetti nelle vicinanze. Vicino a noi ci sono anche gli scavi archeologici, il castello e il borgo medioevale di Ostia Antica e anche questi luoghi sono aule della nostra scuola.